The Fatty Code: Capitolo 2

 

 

Quando si inizia a pensare ad una dieta (estetismo, salute,etc) ci sono vari stati preoccupanti. Mio cugino, grande saggio, sostiene che il primo test sullo stato di ingrassamento è la camicia.

Quando si inizia a dover mettere dentro i pantaloni il fondo della camicia, vuol dire che la pancia ha superato il confine della cinta, e ciò è male. Approvo pienamente questa teoria.

Quando si arriva a sudare mentre si mangia la situazione è già tragica, non insormontabile ma tragica. Niente è impossibile se si è motivati.

Ma la difficoltà è la motivazione stessa a volte. Magari a volte si è motivati per un periodo di tempo limitato e poi si ricade nel baratro, con le solite conseguenze negative.

In realtà, golosità a parte, inizio a volte ad avere impressione che non sia il mio stomaco ad avere bisogno di cibo, ma la mia testa.

In fondo a cosa serve sentirsi pieni, se bastano meno di 100 grammi di pasta per un apporto calorico corretto?

Sessanta grammi di pasta sono 30 rigatoni Barilla. Se li gustate uno per uno vi accorgete che non sono pochi. Certo non sono tanti ma sno sufficienti.

Oltre a ciò la pasta cotta, pesa circa il doppio di quando è secca. Non vi consiglio quindi di mangiare troppo al dente.